La gioia dell’incontro col Dio Vivente

Questa mattina ero in giro per benedire fabbriche, aziende e luoghi di lavoro. Entro in una carpenteria e mi presento. Gli operai, una decina in tutto, fermano il lavoro e si avvicinano. Si forma un cerchio. Due sono africani che, capito di cosa si tratta, sembrano restii (sono musulmani).
Mi rivolgo al più vicino e dico a voce alta: “Sapete, il papa qualche settimana fa è stato in Marocco, ha incontrato diversi musulmani, a uno di loro ha chiesto: prega per me! E lui ha risposto: sì, lo farò”. Il musulmano mi risponde: “È giusto, va bene”. Un giovane italiano aggiunge, con semplicità: “Noi preghiamo per voi, e voi pregate per noi”.
I musulmani, senegalesi, entrano nel cerchio. Preghiamo, benedico tutti; i due africani partecipano in silenzio. Alla fine ci salutiamo, con amicizia e cordialità, vorrei dire da fratelli.
Esperienze nuove, situazioni inedite, strade che si aprono. Tu, Spirito di Dio, guida i nostri passi, verso i tempi che prepari; rendici aperti e disponibili alle tue misteriose vie.

Pierpaolo Conti (10.04.2019)
parroco di Villa Verucchio

Per leggere e scaricare integralmente la lettera di maggio, potete cliccare QUI (il file è in formato PDF e pesa circa 2,6MB).

Lascia un commento