\\ Home Page : Archivio (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
Di Bilo (del 07/04/2011 @ 21:36:36, in Iniziative, linkato 642 volte)
Pellegrinaggio in Terra Santa
 
I 50 anni di vita della parrocchia, ci portano a intrecciare ricordi del passato, volti ed esperienze del presente, e programmi per questo 2011. Tra questi ultimi il pellegrinaggio in Terra Santa, oltre a offrire un tempo di comunione, rappresenta un importante bagno nelle sorgenti della nostra spiritualità.
È pronto da tempo il volantino col programma completo, che prevede la durata di 8 giorni e 7 pernottamenti (quattro a Nazareth e tre a Betlemme). Nelle escursioni quotidiane si raggiungono i luoghi della vita di Gesù, dal lago di Tiberiade al monte Tabor, da Cafarnao a Gerico e a Gerusalemme.

La data - dal 21 al 28 ottobre 2011 - non è vicina, però entro Maggio bisogna prendere una decisione rapida definitiva. Perciò chi fosse intenzionato a partecipare è bene che faccia la preiscrizione in parrocchia versando la caparra di € 30,00. Fin da ora informiamo che serve il passaporto in ordine, con la data di scadenza superiore ai sei mesi dalla data del viaggio.

Per ulteriori notizie potete scaricare il documento Word

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 07/04/2011 @ 21:21:43, in Iniziative, linkato 599 volte)
Campo a Mazzin di Fassa con le famiglie
 
Altro appuntamento a segnare i 50 anni di vita della parrocchia.

A Mazzin di Fassa con le Parrocchie di Spadarolo e Vergiano ritorna, a grande richiesta, la vacanza per le famiglie. In parrocchia trovate il volantino con tutti i dati e i riferimenti. Entro Aprile è necessario dare l’adesione. Il periodo dal 20 al 27 Agosto; spesa al giorno in albergo € 50,00 per pensione completa. I bambini hanno sconti a scalare a partire dai 2 anni. Gratis i più piccoli da 0 a 2 anni. Chi fosse intenzionato a partecipare deve versare la caparra di € 50,00 in parrocchia.

Per ulteriori notizie potete scaricare il documento PDF (3.36MB circa)

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 26/02/2011 @ 12:28:31, in Documenti, linkato 676 volte)

di Nella

1 / Eccetto la terra manca tutto

Ripensare ai primi 50 anni della Parrocchia vuol dire soffermarsi su un cammino che ci ha visto protagonisti di una storia che non finisce di crescere, animata dal desiderio e dalla volontà di farsi prossimo, di cercare il bene dell’altro e di tutti, di formare insomma una vera comunità accogliente e solidale. Gli anni sono passati, ma non è mutato il clima iniziale di condivisione di attese, speranze e lavoro. È emozionante ripercorrere documenti e scritti dei primi tempi. Sentiamo di avere ricevuto un dono e, come scrive Stefano Giannini nella Lettera di Novembre, “ogni dono vero genera nell’intimo la gratitudine, la quale porta con sé un insopprimibile senso di responsabilità”. Quella, appunto, di continuare a lavorare per il Bene Comune...

Continua a leggere...

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 26/02/2011 @ 12:20:33, in Documenti, linkato 1830 volte)

È nato il Circolo ANSPI

L’Anspi (Associazione Nazionale San Paolo Italia) è un’associazione di oratori che si propone di sostenere le attività degli associati attivando iniziative in campo ricreativo, sportivo, culturale, del tempo libero e di animazione, secondo la concezione cristiana dell'uomo.
Favorire la crescita umana e cristiana dei singoli e dei gruppi, promuovere l'aggregazione, in particolare dei giovani, realizzare esperienze di animazione culturale e di servizio sociale, porre attenzione alle esigenze delle fasce più deboli della comunità con riferimento costante al Vangelo: con questi obiettivi il neonato circolo Anspi di San Raffaele si presenta alla comunità.

La prima attività concreta è la gestione del bar. Dal primo gennaio scorso, dietro il bancone troviamo Cinzia ...

Continua a leggere...

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 26/02/2011 @ 12:17:22, in Documenti, linkato 818 volte)

Cara parrocchia,

a scuola ci hanno insegnato che il termine educazione deriva dal verbo educare, che letteralmente significa “tirare fuori, far emergere”. In questa occasione vorrei riflettere sul tema dell’educazione, sempre di attualità.
Negli ultimi mesi Papa Ratzinger ha parlato di “emergenza educativa”. I nostri vescovi ci hanno consegnato gli Orientamenti pastorali per il decennio 2010-2020 Educare alla vita buona del Vangelo e la chiesa locale lavora all’organizzazione ...

Continua a leggere...

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 04/12/2010 @ 12:24:29, in Documenti, linkato 864 volte)

Cara Parrocchia,

in questo numero ritengo opportuno allargare gli orizzonti a temi urgenti e importanti. L’intervento che segue è di Stefano Giannini, Presidente dell’AC diocesana e membro attivo della comunità parrocchiale. Lo propongo come riflessione a tutti gli adulti, per una maggiore responsabilità e un maggiore impegno nella società civile.

d.Giuseppe

 

Carissimi fratelli nella fede, voi tutti, volti che la domenica incontro nella mia e nostra parrocchia, sono contento di condividere con voi una cosa bella e importante che ho avuto il dono di vivere nei giorni in cui la nostra città celebrava la festa di San Gaudenzo. Dal 14 al 17 ottobre, insieme ad altre persone della diocesi (Anna Maria Annibali, Paolo Torri, Maurizio Mussoni, don Antonio Moro e il Vescovo Francesco) sono stato delegato a partecipare alla 46^ Settimana Sociale dei Cattolici Italiani a Reggio Calabria. Eravamo più di 1200 delegati (di cui circa 1000 laici e 200 tra preti e vescovi) provenienti da tutta Italia. Tema della Settimana: “Cattolici nell’Italia di oggi. Un’Agenda di Speranza per il futuro del Paese”...

Continua a leggere...

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 04/12/2010 @ 12:22:28, in Documenti, linkato 773 volte)

Cara Parrocchia,

come ogni anno l’appuntamento di San Gaudenzo costituisce per noi operatori pastorali e per tutta la nostra città una tappa importante nel cammino ecclesiale.
In questo anno poi il nostro vescovo Francesco, ha voluto caratterizzarlo in modo decisivo, proponendoci una serie di appuntamenti ecclesiali e non, molto significativi: il concerto di domenica  10 ottobre, in cattedrale; l’incontro con i membri dei Consigli pastorali, mercoledì 13 ottobre. Da ultimo la festa del Patrono con due interventi.
Ho pensato che, in questo frangente storico, le parole del vescovo rivolte agli amministratori, potessero essere molto opportune. Vorrei leggere il suo discorso alla luce della situazione attuale della nostra città; la crisi economica e sociale ha investito non solamente le imprese, ma anche grossi istituti di credito. Tutto ciò ha certamente minato la speranza per il futuro. 

Il bene comune

Richiamando proprio il tema della speranza il vescovo Francesco ha così esordito nel suo intervento...

Continua a leggere...

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 11/10/2010 @ 16:26:50, in Documenti, linkato 772 volte)

Cara Parrocchia,

puntuale come un orologio svizzero, il vescovo Francesco, ci regala i suoi pensieri all’inizio del nuovo anno pastorale.

“… l’itinerario che intendiamo seguire per l’inizio del nuovo decennio, è dedicato dai Vescovi italiani all’impegno educativo. Anche quest’anno, come negli anni precedenti vogliamo ripartire dal Signore Gesù, punto di non-ritorno e centro vivo della nostra fede, nella certezza che con Cristo o senza Cristo cambia tutto…nella festa di S.Gaudenzo, intendiamo rimettere a fuoco la bellezza e la concreta praticabilità della vita cristiana (dalla lettera pastorale 2010).

Perciò anche la nostra comunità cristiana che vive a Sanraffa, si incammina nel solco che la Chiesa diocesana, si propone di percorrere in questo tempo...

Continua a leggere...

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 14/06/2010 @ 22:39:19, in Vita di ComunitÓ, linkato 652 volte)

di Lina N.

Una vecchia canzone della romana Gabriella Ferri iniziava così: Ognuno ha tanta storia, tante facce nella memoria…
Se ci pensiamo bene, nel corso degli anni, per le occasioni che il lavoro o le esperienze della vita ci offrono, accumuliamo “facce” di persone che, pur non essendo della famiglia o della cerchia di amici e colleghi che frequentiamo, lasciano un segno particolare. La Festa coi Nonni mi dà l’opportunità di ricordare Nonna Cina. Era la nonna di tutti i bambini della via e abitava al piano terra del palazzo. La finestra della cucina si affacciava sulla piazzetta, così poteva vedere l’andirivieni delle persone, ma soprattutto vedeva i nostri figli giocare, correre, litigare, a volte menarsi… conosceva i lori spostamenti. Quando noi genitori tornavamo a casa dal lavoro e chiedevamo a Nonna Cina notizie dei figli, lei sapeva cosa dirci. Mi sembra ancora di sentire la sua voce: “Lina, i bambini sono andati al parco a giocare.”
Era una donna “alla buona” ma di grande umanità. Veniva dalla campagna e aveva mantenuto la genuinità e spontaneità delle persone semplici. Non si spostava mai dal quartiere, forse aveva fatto sì e no un paio di viaggi. Era stata a Roma, che per le persone dell’epoca significava andare a San Pietro perché lì c’era il Papa. Aveva una religiosità fatta di “la domenica si va a Messa” oppure “l’ha detto il prete in chiesa”, segno di una fede che non si faceva troppe domande né si poneva tanti perché.
Cara Nonna Cina, non sei stata una donna “d’immagine” ma in chi ti ha conosciuto hai lasciato il ricordo di una persona genuina e generosa. Grazie per sempre.

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa
Di Bilo (del 14/06/2010 @ 22:36:51, in Vita di comunitÓ, linkato 765 volte)

di Lina N.

Primo Maggio in gita

Indecisa fino all’ultimo se partire o no, alla fine mi sono iscritta e mi sono aggregata al gruppo.
La giornata prometteva, e in effetti dalla partenza fino al rientro si è mantenuta bella, con sole e temperatura mite. L’obiettivo era un percorso sulle tracce di San Francesco… però non abbiamo seguito le tracce del programma!
La prima variazione è stata, causa “lavori in corso”, l’inversione di tappa: non Cortona ma il Lago Trasimeno. Ci è venuta bene, perché abbiamo potuto gustare la traversata del lago con un bel sole e abbiamo avuto tempo di visitare l’isola Maggiore sulla cui sommità (per chi aveva gambe e fiato) ci aspettava l’antica chiesa di San Michele Arcangelo. Peccato che a mezzogiorno si è dovuto riprendere il traghetto. Di qui il programma è stato preso alla lettera: un pranzo al sacco a Cortona meta della nostra gita!
Lì, purtroppo ci aspettava un’altra sorpresa! Per una chiusura al traffico del centro urbano, non si è potuto entrare coi pullman e andare alla scala mobile che ci avrebbe portato in centro. Rimasti in fondo alle salite, abbiamo arrancato alla Fantozzi fino alla chiesa di San Francesco, per la Messa comunitaria.
Nemmeno il nostro don è stato risparmiato. Lui, così fiero della comunità e sempre in mezzo alla sua gente, ha avuto la sorpresa di trovarsi separato dall’assemblea da una balaustra stile Concilio di Trento!
Dopo la Messa abbiamo avuto un’ora a disposizione: giusto il tempo perché qualcuno si perdesse (diciamo una ragazzotta di trent’anni, sempre molto smemorata).
Per tornare ai pullman il don ha chiamato un taxi onde evitare a qualcuno l’effetto sciancato della salita. Il ritorno è stato tranquillo con momenti di preghiera, di relax, di canti e lodi al Signore.
Un grazie particolare alle persone che hanno organizzato la gita perché ancora una volta abbiamo sperimentato la condivisione e la gioia dello stare insieme.

Articolo (p)Link   Storico Archivio  Stampa Stampa