Vita di A. C.
Di Admin (del 03/11/2006 @ 09:00:23, in Vita di comunità, linkato 931 volte)

Ogni anno, al sopraggiungere di dicembre, mentre i negozi e le strade si vestono dei primi addobbi natalizi, l'Azione Cattolica celebra la sua adesione e nelle menti dei parrocchiani sanraffaelesi si affaccia un dubbio atroce che fa compagnia a quelli su quali regali fare ai suoceri: ma che cos'è questa azione cattolica e cos'è stà adesione?
Per rispondere a queste esistenziali domande abbiamo spedito un nostro inviato in quel di San Raffaele per raccogliere informazioni sperando che questi riesca ad illuminarci prima che lo facciano le luci natalizie della Marecchiese.
Di seguito riportiamo la fredda cronaca del suo servizio.

Sopraggiunto a San Raffaele, dopo aver faticato non poco ad orientarmi fra il gigantesco piazzale, il campetto da calcio e il parco stile riserva naturale, cercai subito di avvicinare qualcuno sperando di trovare risposte alle mille domande che occupavano la mia mente. Le borsettate e le grida di un'arzilla nonnina mi convinsero a cercare interlocutori di più giovane età. Ecco avvistare allora 2 graziose fanciulle che con passo spedito si dirigevano verso l'ingresso della chiesa. Le bloccai con una mossa degna del miglior Maldini:
«Sentite scusate, ciao... mmm... sono un giornalista e devo fare un servizio sull'Azione Cattolica. Voi ne sapete niente?»
«Certo, noi facciamo parte del gruppo dei giovanissimi.»
«Giovanissimi?»
«Sì, giovanissimi, ma dove vivi! L'azione cattolica è divisa in 2 settori, giovani e adulti e i giovanissimi, la fascia delle superiori per capirci, fa appunto parte del settore giovani.»
«E cos'è per voi l'AC?»
«Per me l'AC è come una seconda famiglia, le persone che ho conosciuto in associazione so che sono persone su cui posso contare... mmm... come dire... non sono semplici amici, qualcosa di più.»
«Mmm, ok grazie... tu sei...»
«Serena.»
«Grazie Serena... e tu invece cosa puoi dirmi?»
«Io sono Chiara. Be', per me l'AC è un punto di riferimento. In associazione ho conosciuto persone nuove che mi sostengono nel mio personale cammino di fede e in AC ho conosciuto anche la responsabilità al servizio iniziando quest'anno a fare la catechista, in ACR, nei gruppi delle medie.»
«ACR? Ma l'AC non ha solo 2 settori?»
«Infatti l'ACR non è un vero e proprio settore ma un'attenzione formativa che tutti gli aderenti, giovani e adulti, devono avere.»
Serena cominciò a guardarmi con occhi spazientiti:
«Adesso scusaci ma andiamo di fretta, abbiamo il nostro incontro.»
«Il vostro incontro? -
«Certo noi settimanalmente ci incontriamo, il venerdì sera. È un appuntamento molto importante e da tutti noi molto atteso.»
«Senti adesso dobbiamo proprio andare se ne vuoi sapere di più perchè non cerchi il presidente o i consiglieri?»
La faccenda si faceva sempre più intricata.
«Presidente? Consiglieri?»
Le mie idee si facevano ancora più confuse.
«Sììì, l'AC ha un suo consiglio e un suo presidente che vengono eletti ogni 3 anni da tutti i membri dell'associazione.»
«E questa adesione?»
«L'adesione è il nostro personale Sì all'associazione. Ogni anno lo celebriamo l'8 dicembre durante una messa parrocchiale, anche se quest'anno la celebreremo il 2 alle 17. E con questo ti salutiamo.»
Fulminee, le 2 "informate" ragazze mi salutarono e mi lasciarono solo come un baccalà con qualche dubbio ancora da chiarire ma con la certezza che sarei tornato il prossimo anno per raccogliere ancora maggiori informazioni.

Claudio Z.
Articolo Articolo  Storico Archivio Stampa Stampa

I commenti sono disabilitati.